SURVEY

ASSOCIAZIONI DEI PAZIENTI E RICERCA CLINICA ONCOLOGICA

Il coinvolgimento delle associazioni dei pazienti nel processo di sviluppo e conduzione di una ricerca clinica è un fenomeno sempre più in crescita. Di recente anche la nuova normativa in ambito della sperimentazione clinica ha posto una maggiore attenzione su questo tema.

Un sondaggio, promosso da AIOM e dal Working Group Coordinatori di Ricerca Clinica (CRC) si propone di condurre una ricerca approfondita sul tema del coinvolgimento attuale delle associazioni dei pazienti in ambito oncologico sul territorio italiano e delinearne le prospettive future alla luce di queste importanti novità legislative in ambito nazionale ed europeo.

Vi chiediamo pertanto di rispondere a qualche breve domanda al seguente link.

 


Coordinamento della Ricerca Clinica – cosa chiedono i centri sperimentali?

La figura del Coordinatore di Ricerca Clinica/Data Manager sta assumendo un ruolo sempre più centrale nella gestione dei trials clinici, che nell’ultimo decennio sono andati incontro ad un notevole aumento di complessità.

Non esistendo una figura professionale riconosciuta a livello Istituzionale, nè un percorso formativo omogeneo e riconosciuto, il mondo dei coordinatori è caratterizzato da una complessa eterogeneità, spesso anche per ciò che riguarda il mansionario vero e proprio.

Ci piacerebbe conoscere il punto di vista degli stakeholders in merito alle caratteristiche che questa figura professionale dovrebbe avere. Vi chiediamo pertanto di rispondere a qualche breve domanda al seguente link.

 


Clinical Trial Unit – voi come siete organizzati?

Gli Istituti dediti alla ricerca clinica stanno procedendo ad una organizzazione progressiva e sistematica del personale addetto in staff multidisciplinari dedicati, le Clinical Trial Unit (CTU), la cui organizzazione risulta molto variegata nelle diverse realtà, tanto che non è possibile al momento individuare un modello unico. Il GIDM, insieme al CERGAS dell’ Università Bocconi, sta portando avanti un progetto volto ad analizzare i diversi modelli di CTU esistenti.

Vi chiediamo di raccontarci la vostra esperienza rispondendo a qualche breve domanda al seguente link.

 


Contratti di lavoro per Coordinatori di Ricerca Clinica

A fine del 2016 il Consiglio Direttivo aveva diffuso una survey per tentare di mappare la situazione contrattuale, tipicamente instabile, della nostra figura professionale, anche in virtù delle disposizioni che allora il governo aveva emanato in termini di possibilità di rinnovo dei contratti atipici.
A distanza di due anni, e alla luce dei contenuti del nuovo Decreto di Stabilità, vorremmo effettuare una nuova indagine. I dati saranno presentati in occasione di incontri che si terranno a breve con le Autorità Competenti.

Vi chiediamo pertanto di rispondere a qualche breve domanda al seguente link.

 


e tu che CRC sei?

Nonostante la nostra professione sia ampiamente diffusa negli Istituti  Italiani che si occupano di Ricerca Clinica, ad oggi non è stata ancora individuata una job description ufficiale per il ruolo del Clinical Research Coordinator/Data Manager. Benchè si possano riconoscere delle attività comuni, prima tra tutte il data entry, spesso la figura del CRC è costretta ad adattarsi alla propria realtà lavorativa, ricoprendo ruoli che in altri contesti sono una competenza di figure professionali differenti (es: contabilità del farmaco sperimentale, gestione dei campioni biologici).

Raccontateci la vostra esperienza. Basterà semplicemente flaggare le attività di cui vi occupate abitualmente tra tutte quelle proposte nel seguente link.