HOME PAGE Chi siamo Normativa di Riferimento Formazione News
HOME PAGE
Chi siamo
Normativa di Riferimento
Formazione
News
Guest Book
Newsletter
Publications
Riservato SOCI
Iscrizione e Rinnovi
Contatti
 

logoMedio

      

 

NEWSLETTER

    












 

 


POSITION PAPER GIDM




Incontro in Parlamento per discutere del disegno di legge sulla figura del coordinatore di ricerca clinica

L’appuntamento, che si è svolto giovedì 17 marzo a Montecitorio, ha visto coinvolti rappresentanti AIOM e ha avuto un esito positivo nell’ambito del riconoscimento di questa importante figura professionale

All’incontro presso il palazzo del Parlamento erano presenti l’On. Donata Lenzi, il Dr. Giuseppe Procopio, in qualità di membro del Direttivo Aiom, e referente per i rapporti con il Working Group Coordinatrici di ricerca, le Dr.sse Sara Campora, Celeste Cagnazzo e Laura Mc Mahon, rappresentanti del Working Group Aiom Coordinatrici di ricerca.

L’oggetto in discussione era costituito dal disegno di legge relativo al riconoscimento della figura professionale del coordinatore di ricerca clinico.

L’incontro ha avuto un esito positivo e si è concluso con la decisione di coinvolgere  la Senatrice Nerina Dirindin, onde analizzare le criticità del disegno di legge attuale nonché favorirne la discussione nelle opportune sedi competenti.

http://www.aiom.it/professionisti/aiom-notiziario/+incontro-in-parlamento-per-discutere-del-disegno-di-legge-sulla-figura-del-coordinatore-di-ricerca-clinica/1,1574,0,





Bando del Premio Letterario FEDERICA 

destinato a pazienti oncologici, familiari ed operatori sanitari, sostenuto da Fondazione AIOM.
 
Il PREMIO VUOLE SELEZIONARE I MIGLIORI RACCONTI O POESIE che verranno inviati entro il 31 gennaio 2016 all'indirizzo email 

I premi verranno consegnati il 21 maggio 2016 presso il Palazzo della Gran Guardia, a Verona.
 
Le parole, infatti, possono curare le ferite dell'anima




STEFANIA GORI LA PRIMA DONNA PRESIDENTE AIOM

Stefania Gori è il primo presidente donna nella storia dell’AIOM. Alla votazione per il rinnovo del Consiglio Direttivo Nazionale ha preso parte il 69% dei soci aventi diritto. Carmine Pinto avrà al suo fianco Stefania Gori come Presidente Eletto (591 voti), Giordano Beretta come Segretario Nazionale (561 voti) e Saverio Cinieri nelle vesti di Tesoriere (524 voti). Il Direttivo Nazionale 2015/2017 sarà composto da Massimo Di Maio, Antonio Russo, Giuseppe Procopio, Giuseppe Aprile, Silvia Novello, Sergio Bracarda, Daniele Farci, Carlo Antonio Barone. “È la prima volta che una donna diventa presidente AIOM. Sono davvero felice e onorata che i soci mi abbiano concesso la loro fiducia, sono pronta a continuare la mia avventura in AIOM – ha affermato il Presidente Eletto –. Il filo conduttore del mio programma sarà intervenire nei processi di cambiamento dell’oncologia italiana ed essere insieme strumento di governo di queste trasformazioni, in collaborazione con le Istituzioni, con una presenza continua e qualificata. Un impegno in cui credo fermamente. Sono convinta infatti che la Società scientifica rivesta un ruolo fondamentale per favorire il progresso delle conoscenze e lo scambio delle esperienze, indispensabili per rendere sempre più efficace la lotta al cancro. AIOM oggi è una società solida e dinamica, è il frutto di 42 anni di lavoro, senza protagonismi”. “La lunga esperienza che ho maturato in AIOM – ha continuato Stefania Gori - ha comportato una buona conoscenza della macchina organizzativa della nostra Associazione e rappresenta anche una memoria storica: requisiti fondamentali per potenziare, senza stravolgere, l’operato futuro di AIOM, nel solco della continuità ma adattandoci ai tempi e alle domande correnti. AIOM dovrà mantenere un costante contatto con i soci, raccogliere suggerimenti e dare risposte concrete, come sta già facendo, e dovrà curare con sempre maggior attenzione la formazione dei giovani oncologi, in collaborazione con COMU. AIOM dovrà mantenere un contatto continuo con le Istituzioni (Ministero della Salute, AGENAS, AIFA, Assessorati regionali) e con le associazioni dei pazienti, con le altre società scientifiche italiane ed internazionali (ESMO), con le Aziende e con tutti gli attori coinvolti nella prevenzione, nella diagnosi e nel trattamento delle neoplasie, compreso CIPOMO. AIOM è e deve diventare sempre più l›interlocutore obbligato dell›assistenza, sviluppo e ricerca oncologica in Italia. Solo un lavoro collegiale e condiviso con gli associati potrà rendere AIOM una associazione aperta ad ogni collaborazione nazionale ed internazionale e al passo con le esigenze dei nostri pazienti e di noi tutti”. L’Assemblea dei soci si è aperta con il saluto del Presidente Carmine Pinto, che ha sottolineato l’importanza di rendere più forte la società scientifica con una struttura fissa e organizzata. In particolare articolandola in 4 uffici: il primo centrato su Linee Guida, follow up e Libro Bianco; il secondo su Numeri del cancro, Controlli di qualità, Raccomandazioni AIOM-SIAPEC, AIOM-SIF, AIOM-SIGUSIBIOC-SIAPEC; il terzo su Continuità di Cura e Cure palliative; il quarto su sito, comunicazione, formazione e studi clinici. “Le Linee Guida svolgono un ruolo centrale – ha sottolineato il presidente -. Dovremo impegnarci per un aggiornamento continuo e non più semestrale, incluso il rinnovo dei coordinatori, segretari, estensori e revisori. Va inoltre considerata l’introduzione organica dei medici di medicina generale e delle Associazioni dei pazienti”. Il presidente ha poi ricordato le iniziative centrali del 2016: Post-ASCO GU, Post-ASCO GI, incontro sull’Immuno-Oncologia, Post-ASCO, AIOM Giovani e Congresso Nazionale. A questi appuntamenti si aggiungono i corsi AIOM 2016 su caratterizzazione bio-molecolare, nutrizione, valutazione della risposta, immuno-oncologia polmonare e per giornalisti medicoscientifici. Importanti i numeri di questo Congresso: 326 relatori, 1700 iscritti, 30 riunioni (relative a studi in corso e a gruppi cooperativi). “Credo che con questo nuovo Direttivo – ha continuato il presidente Pinto – potremo raggiungere importanti risultati con un grande lavoro di squadra”. Paolo Bruzzi è stato nominato Socio onorario AIOM. Nella relazione del segretario uscente i numeri aggiornati relativi agli iscritti: oggi sono 2.900. Nel biennio 2013-2015 l’attività dell’Associazione è stata molto intensa: 17 riunioni del Consiglio Direttivo, 200 riunioni per pianificare studi e altre attività. Poi un annuncio importante: è stato concluso lo studio sulle terapie orali promosso dalla società scientifica. Sono poi state ratificate le domande di associazione: 19 per giovani oncologi, 25 per senior, 26 per infermieri e 13 per soci aggregati.


Site Map